Gruppo Alpini di Barzanò

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva Europea sulla Privacy

    Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione, le autenticazioni e altre funzioni minori. Sfogliandolo, accetti che i cookie vengano utilizzati sui tuoi dispositivi.

    Visualizza Direttiva

Home

Inaugurata la stalla di Visso

E-mail Stampa

Sabato 19 maggio, è stata inaugurata a Villa Sant'Antonio di Visso, in provincia di Macerata, la stalla realizzata dalle penne nere di Lecco, Monza, Como e Valtellinese con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Alpini. Un forte segnale di speranza e di sostegno alle attività, duramente colpite dal sisma dell'ottobre 2016 nel centro Italia. 

valentino

L'Alpino Valentino Riva con il nostro gagliardetto, ha rappresentato gli Alpini di Barzanò, partecipando alla cerimonia attraverso la quale è stata restituita alla famiglia Sabatini la struttura di ricovero per gli animali e il fienile, che il sisma del 2016 aveva spazzato via.

Quel terribile evento aveva creato gravi problemi per l'intera economia dell'Italia centrale, problemi che per buona parte non sono ancora stati risolti. 
L'azienda di Maurizio Sabatini conta più di un centinaio di capi, tra equini e bovini, ed è di fondamentale importanza per il territorio e per le sue attività nei pascoli montani. Dopo il sisma, la famiglia non aveva lasciato il paese ormai spopolato, per continuare ad accudire gli animali che sono sempre rimasti all'aperto a 1200 metri di quota.

Dopo l'alzabandiera, il taglio del nastro da parte del presidente nazionale A.N.A. Sebastiano Favero con accanto, tra gli altri, Marco Magni, presidente della Sezione di Lecco, dopo i discorsi ufficiali, c'è stato il momento conviviale con il rancio alpino nella struttura appena inaugurata.

      prete nastro

Visso è un piccolo comune di soli 1.200 abitanti che ha saputo accogliere i rappresentanti delle Istituzioni ma soprattutto i tanti alpini che hanno voluto essere presenti alla consegna della struttura, realizzata in tempo record.

Il motto che campeggia sul Doss Trento, diventato quello dell'Adunata Nazionale di quest'anno: "per gli alpini non esiste l’impossibile", è stato vero come non mai in questa occasione. Dopo i primi tempi di scoraggiamento, quando il muro delle regole burocratiche sembrava insormontabile, la forza degli Alpini ha raccolto le risorse e ha fatto partire il cantiere.
I lavori sono iniziati il 5 marzo 2018 e si sono conclusi dopo due mesi di grande impegno comune e solidale.

      striscione tutti
Ultimo aggiornamento Martedì 03 Luglio 2018 13:56  

Produzioni

Libro 85°

Libro 90°