Gruppo Alpini di Barzanò

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva Europea sulla Privacy

    Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione, le autenticazioni e altre funzioni minori. Sfogliandolo, accetti che i cookie vengano utilizzati sui tuoi dispositivi.

    Visualizza Direttiva

Home Manifestazioni Associazioni e Parrocchia Don Giuliano è andato avanti

Don Giuliano è andato avanti

E-mail Stampa

Profondo dolore ha destato nella comunità parrocchiale la scomparsa di don Giuliano Sala, dal 1973 parroco della nostra cittadina di Barzanò; altrettanto rincrescimento l’ha lasciato negli Alpini, per i quali è stato per lunghi anni Cappellano del Gruppo Alpini.

Don Giuliano, uomo di grande carisma, è stato una guida preziosa per la comunità di Barzanò.
Nato a Seregno nell’anno 1930, quando lo chiamarono per la visita di leva, era uno studente di teologia; dichiarato abile e accreditato al Corpo degli Alpini, rimaneva a disposizione, in attesa di eventuale chiamata al servizio militare che lo avrebbe visto in veste di Cappellano Militare fra gli Alpini; il termine della guerra mise fine a quest’attesa e continuò nel suo percorso clericale, sino a che, ordinato Sacerdote, assunse il ruolo di coadiutore di Mons. Luigi Gandini, guida spirituale della Parrocchia di Seregno. Don Giuliano, pensava che la montagna fosse il miglior mezzo per avvicinare i ragazzi e i giovani a una maggiore spiritualità e apprezzamento per la vita d’insieme e per questo aveva sostenuto l’iniziativa e poi fondato in oratorio San Rocco il Gruppo Camosci e Amici della montagna con gli Scout: elevare il corpo per elevare lo spirito!

Nell’anno 1973, assunse la guida pastorale e spirituale della nostra cittadina e del Gruppo Alpini.
Dinamico, coinvolgente, disponibile, è riuscito con le sue parole a incidere nell’animo il suo pensiero di pastore, di amico e di spirito alpino. Non c’è Associazione cittadina che non lo abbia avuto almeno una volta come celebrante la funzione religiosa della propria manifestazione e non abbia apprezzato il conciso, schietto, penetrante commento ai testi sacri, mirato a trasfondere i consigli per un vivere onesto e amorevole.
Poi le problematiche di salute lo hanno costretto a limitare la sua attività sacerdotale a diretto contatto con i suoi fedeli, rimanendo comunque un saldo punto di riferimento per la cittadinanza e per gli Alpini, che di lui ricordano sempre il sorriso, la stretta di mano, l’amore per la Patria e il senso del dovere.

La salma è stata ricomposta nella chiesa parrocchiale di Barzanò e oggi si è svolta la funzione religiosa, in una chiesa gremita dal Clero, dalle Autorità di Barzanò, dalle diverse rappresentanze delle Associazioni cittadine, dai fedeli barzanesi e dai suoi Alpini e rappresentanze di Gruppi limitrofi, tutti riuniti per l’ultimo saluto, prima che la salma venisse traslata e tumulata al cimitero di Seregno.

Ci sono giorni e giorni... alcuni passano inosservati, altri segnano il tempo e la storia; quello di oggi è un giorno che ha visto la fine di una storia: Don Giuliano è andato avanti, ma ha inciso un segno indelebile nella vita di tante persone.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2015 16:18  

Produzioni

Libro 85°

Libro 90°

Prossima Adunata

2017-treviso