Gruppo Alpini di Barzanò

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva Europea sulla Privacy

    Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione, le autenticazioni e altre funzioni minori. Sfogliandolo, accetti che i cookie vengano utilizzati sui tuoi dispositivi.

    Visualizza Direttiva

Home Manifestazioni Adunate Alpine 92ª Adunata Nazionale - Milano 2019

92ª Adunata Nazionale - Milano 2019

E-mail Stampa

Un'adunata diversa quest'anno nella vicina Milano, ma una adunata molto significativa perché cade nel centenario della fondazione dell'Associazione Nazionale Alpini, avvenuta proprio in questa città.
Il gruppo più numeroso degli Alpini di Barzanò è partito in treno alla volta della manifestazione, altri si sono aggiunti poi al plotone con mezzi propri.
Avevamo tutti appuntamento per una visita guidata alla chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore.

milano2019

Ha attirato la nostra attenzione il fatto che San Maurizio, ufficiale romano martirizzato, è considerato il patrono degli Alpini. Molti di noi ignoravano di avere cotanto patrono, peraltro molto famoso nella vicina Svizzera dove il tebano trovò la morte e dove diede il nome anche ad una famosa località alpina.

Comunque la visita a questa chiesa si è rivelata una sconvolgente scoperta.
Appena entrati siamo rimasti a bocca aperta. È impossibile immaginare lo spettacolo dietro quell’anonima facciata di corso Magenta. All'esterno, San Maurizio al Monastero Maggiore sembra una chiesa qualunque, con la sua facciata grigia, severa e spoglia. Ma appena entrati, ci si rende conto che è uno dei tesori più belli di Milano.

Il luogo è molto particolare nella sua struttura. Era infatti la chiesa dell’ex Monastero Maggiore, il più vasto e antico di Milano: fu iniziata nel 1503 non solo per la cittadinanza ma anche per le monache di clausura, che però non potevano entrare in contatto con il pubblico. Ecco allora la singolare divisione della chiesa in due metà: quella verso la strada per la gente comune, è separata da un tramezzo dal cosiddetto Coro delle Monache.

Ma lo spettacolo è dato soprattutto dalla decorazione. Alle pareti e sul soffitto, è un tripudio di dipinti, stucchi, affreschi che ricoprono ogni spazio, sia nella parte pubblica sia nel Coro delle Monache. Bernardino Luini vi operò con la sua scuola dal 1522 al 1529, ritraendo storie di santi, parabole, episodi della vita di Cristo e biblici. Una straordinaria espressione della pittura rinascimentale lombarda, tanto che il ciclo di affreschi è stato anche definito "la Cappella Sistina di Milano".

smaurizio

Usciti da quella festa di colori, ci siamo recati poi alla vicina e più severa basilica di Sant'Ambrogio. Una delle più antiche chiese di Milano che valeva sicuramente una visita.

Dopo un giro al Castello e nel Parco Sempione con una visita alla Cittadella Militare e ai vicini padiglioni ristorante per rifocillarci, ammassamento a Porta Venezia, dove nel tardo pomeriggio è iniziata la nostra sfilata verso Piazza Duomo. Un momento sempre carico di emozione ma particolare in questa occasione, che ci ha permesso di vedere le vie del centro di Milano da un punto di vista assolutamente nuovo e originale, sostenuti e applauditi da due cordoni di folla che ci ha accompagnato fino a Largo Cairoli.

Al nostro rientro a Barzanò, ormai in tarda serata, ci aspettava la nostra baita illuminata. Gli amici e i volontari instancabili, avevano già apparecchiato le tavolate per una cena di chiusura. Un canto alpino, ormai a notte fonda, è stato l'arrivederci alla prossima Adunata di Rimini 2020.

 

Per vedere direttamente su Youtube, lo slideshow delle immagini relative alla partecipazione all'Adunata Nazionale del Gruppo Alpini di Barzanò, clicca QUI

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Maggio 2019 15:36  

Produzioni

Libro 85°

Libro 90°

Prossima Adunata

2017-treviso