Gruppo Alpini di Barzanò

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva Europea sulla Privacy

    Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione, le autenticazioni e altre funzioni minori. Sfogliandolo, accetti che i cookie vengano utilizzati sui tuoi dispositivi.

    Visualizza Direttiva

4 Novembre 2019

E-mail Stampa

Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate

"Siamo qui riuniti insieme alle istituzioni e alle associazioni di Barzanò per celebrare il 4 Novembre. Ricordare la nostra vittoria durante la Prima Guerra Mondiale e l’Unificazione del nostro Paese con Trento e Trieste, rendere omaggio alle Forze Armate e in modo speciale non dimenticare tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato la loro vita per un ideale di Patria e per l’attaccamento al dovere."
Con queste parole, dopo la S. Messa, è iniziata la cerimonia sul sagrato della chiesa parrocchiale.

01-4nov19 02-4nov19

Ora, in tempo di pace, le Forze Armate del Paese sono impegnate in azioni strategiche volte alla gestione e soluzione di situazioni di crisi interne ed esterne al territorio nazionale. Questa giornata commemorativa rappresenta, tra l'altro, l’occasione per sensibilizzare i giovani sull’importanza della solidarietà, del senso di appartenenza e della dedizione propria di questi cittadini in divisa che vegliano sui diritti umani e si interpongono nelle situazioni di tensione in diverse parti del mondo.

In questa ottica, il parroco don Renato Cameroni ha indirizzato parole di incoraggiamento agli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria, presenti con le loro insegnanti, esortandoli, nella loro futura vita sociale, ad essere sempre testimoni di pace. 

Ha preso poi la parola il sindaco Giancarlo Aldeghi e nel suo discorso a tutti i partecipanti, ha voluto mettere l'accento sulla celebrazione dell'Unità Nazionale, che non è e non deve essere solo unità territoriale ma qualcosa di più: l'unione di tutto il Paese in un credo e in un disegno comune. Cosa che in questo periodo è messa in discussione da forze che tendono a fomentare divisioni. E qui ha puntato il dito su alcuni frequentatori di social media, che usano questi mezzi per istigare odio sociale.

Concluso il discorso del sindaco e posata la corona d'alloro alla lapide sul sagrato della chiesa che ricorda i caduti, i ragazzi della scuola primaria hanno portato la loro testimonianza facendo ascoltare a tutti i presenti i loro interventi sulla pace e sulla guerra.

Dopo aver cantato l'inno di Mameli, hanno piacevolmente sorpreso, recitando una bellissima e toccante lirica di Giuseppe Ungaretti, nata durante la sua esperienza sui campi di battaglia. Egli partecipò alla guerra da convinto interventista e ne descrisse poi la tragicità con una serie di poesie a testimonianza dal fronte carsico.
I ragazzi, accompagnati dal suono di una chitarra, hanno poi cantato "La guerra di Piero", canzone di Fabrizio De Andrè, una ballata ormai popolare che qualcuno ebbe a definire: "un solare inno pacifista ed antimilitarista".
Riallacciandosi al testo di questo canto hanno distribuito a tutti i partecipanti alla cerimonia, dei cartoncini rossi a foggia di papaveri, che ognuno di loro aveva confezionato, con riprodotte alcune parole della canzone.

03-4nov19

Con in testa i gonfaloni del Comune e delle Associazioni, è poi partito il corteo che attraversando il centro del paese è giunto al Parco delle Rimembranze, dove sono ricordati tutti i morti in guerra di Barzanò. Sul pennone del parco veniva lentamente innalzata la bandiera tricolore mentre i bambini e gli adulti cantavano l'Inno Nazionale. Con solennità e raccoglimento sono state deposte le corone di alloro al monumento dei caduti e a quello che ricorda gli Alpini.

Alla fine della cerimonia, il sindaco ha voluto chiudere con un evviva per un'Italia unita, libera e solidale, augurio ripetuto dai presenti, mentre i ragazzi distribuivano dei loro disegni, dove con colori vivissimi avevano tracciato sulla carta degli sprendidi arcobaleni di pace.

Ultimo aggiornamento Martedì 05 Novembre 2019 18:31  

Produzioni

Libro 85°

Libro 90°

Prossima Adunata

2017-treviso