Gruppo Alpini di Barzanò

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Messaggio
  • Direttiva Europea sulla Privacy

    Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione, le autenticazioni e altre funzioni minori. Sfogliandolo, accetti che i cookie vengano utilizzati sui tuoi dispositivi.

    Visualizza Direttiva

4 novembre 2021

E-mail Stampa

Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate

Questo è il giorno che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l'Impero austro-ungarico ed è ora divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate e alla Unità Nazionale.
4nov01

Il Presidente della Repubblica Mattarella ha voluto puntualizzare: "Si ricordano quest'anno quattro importanti anniversari: 160 anni dell'Unità d'Italia, 150 anni di Roma Capitale, 100 anni del trasferimento al Vittoriano della salma del Soldato Ignoto, 75 anni di Repubblica. Momenti fondamentali della nostra storia che troveranno espressione solenne il 4 novembre, Giornata dell'Unità e delle Forze Armate, all'Altare della Patria. In questo giorno il pensiero va a quanti hanno sofferto, sino all'estremo sacrificio, per lasciare alle giovani generazioni un'Italia unita, indipendente, libera, democratica".

4nov02 4nov03

Come ogni anno, il Gruppo Alpini, insieme all'amministrazione comunale e al dirigente scolastico dell'istituto comprensivo hanno invitato la cittadinanza di Barzanò a partecipare alla manifestazione per questa ricorrenza.

Sul sagrato della chiesa, dopo la Santa Messa, il parroco don Renato Cameroni e il sindaco di fresca nomina, Walter Chiricò, hanno portato la loro testimonianza prima e dopo le riflessioni degli alunni delle classi quinte della scuola primaria, intervenuti numerosi con le loro bandiere e i loro disegni, sul significato di questa giornata. Gli studenti hanno piacevolmente sorpreso, recitando tra l'altro, una toccante poesia di Giuseppe Ungaretti, nata durante la sua esperienza sui campi di battaglia.

4nov04 4nov05

Dopo la posa della corona alla lapide del sagrato, tutti gli intervenuti si sono mossi privatamente, in rispetto alle norme di protezione dalla pandemia, verso il Parco delle Rimembranze.

La cerimonia dell'alza bandiera è stata accompagnata dal canto dei ragazzi, che hanno intonato l'Inno di Mameli. Con i nonni dal cappello alpino, hanno in seguito posto due corone di alloro commemorative ai piedi della stele ai caduti di tutte le guerre e al monumento che ricorda le Penne Nere.
Un dono da parte del Gruppo Alpini a tutti ragazzi intervenuti alla cerimonia ha chiuso l'incontro, prima del loro ritorno verso le aule.

4nov06 4nov07 4nov08

4nov09

4nov10 4nov11
Ultimo aggiornamento Giovedì 04 Novembre 2021 23:14  

Produzioni

Libro 85

Libro 90

Prossima Adunata

2017-treviso